Questo sito utilizza solo cookie tecnici propri. Per questo tipo di cookie non è richiesto il consenso. Se vuoi saperne di più clicca qui

Non mostrare più

Articoli

L’inquadramento dei disturbi di apprendimento specifici, le funzioni compromesse, le manifestazioni principali

di Elena Simonetta

Quando un soggetto, presenta tutte le funzioni cognitive carenti, lo si può definire disgnosico. La disgnosia é un disturbo della capacità di conoscere, collegato a un ritardo di linguaggio, un ritardo psicomotorio di tipo percettivo motorio,un ritardo nella organizzazione della rappresentazione mentale,e a significative difficoltà attenzionali. Quando invece il soggetto non presenta disgnosia, ma solo dislessia, presenta disturbi legati alla lettura od alla codifica grafica della lettura, quindi ha dei problemi di letto-scrittura. In realtà si ha un disturbo di letto-scrittura quando si presentano insieme dislessia o disortografia, senza l’aspetto disgnosico.

Leggi tutto l'articolo in pdf

 

Trauma , dislessia e problemi di disprevalenza

di Elena Simonetta

La dislessia viene originata dalla non affermazione della prevalenza motoria naturale che è determinata geneticamente (cromosoma 15). Questa non affermazione può essere collegata a motivi educativi o relazionali e in entrambe i casi ha un effetto traumatico sulla persona. Scrive R.M. Solomon (2006) a proposito del trauma : “Il trauma si verifica solo quando le emozioni sono talmente sconvolgenti da interferire con le capacità d’integrazione che consentono di rendersi pienamente conto dell’accaduto. La traumatizzazione , pertanto, è costituita essenzialmente dalla mancata presa di coscienza di un’esperienza traumatica e delle sue conseguenze nella vita di una persona.” La disgnosia è, invece, un disturbo della capacità di conoscere, collegato a un ritardo di linguaggio, un ritardo psicomotorio di tipo percettivo motorio,un ritardo nella organizzazione della rappresentazione mentale,e a significative difficoltà attenzionali.

Leggi tutto l'articolo in pdf
Pubblicato sulla rivista ASSOCIAZIONE ITALIANA EMDR

 

EMDR

Originariamente concepito per dare sollievo al disagio provocato da ricordi di eventi particolarmente traumatici, l'EMDR ha subito negli anni una evoluzione che lo ha portato a diventare un approccio psicoterapeutico di più ampia applicazione, assai efficace nel trattamento di una vasta gamma di patologie e disturbi psicologici. certificato emdr

TEPRED

Ho ideato un percorso esperienziale capace di stimolare il Sistema Nervoso Vestibolare responsabile dell’evoluzione funzionale dello sviluppo psicomotorio, prerequisito dell’apprendimento. Il Tep-Red, e’ uno strumento riabilitativo/terapeutico che si è rivelato efficace nel trattamento dei soggetti con DSA e, più in generale, nell’approccio ai disturbi dello sviluppo infantile.

PSICOTERAPIA SENSOMOTORIA

La psicoterapia sensomotoria è al contempo un cardine rilevante della psicotraumatologia e un approccio psicoterapeutico autonomo, in grado di affrontare una vasta gamma di disagi psicologici. Il focus è posto sull'acquisizione di una dettagliata consapevolezza del proprio corpo, dei movimenti, sia quelli già in essere, sia quelli ancora sotto forma di impulso non soddisfatto. certificato sensorimotr psychoterapist Ho conseguito a giugno 2015 la certificazione come Sensorimotor Psycotherapist® secondo il Sensorimotor Psychotherapy Institute®